URL: https://www.waldwissen.net/waldwirtschaft/schaden/sturm_schnee_eis/wsl_lothar_bilanz/index_IT
Originalartikel: Eidg. Forschungsanstalt WSL; Bundesamt für Umwelt, Wald und Landschaft BUWAL (Hrsg.) (2001): Lothar. Der Orkan 1999. Ereignisanalyse. - Birmensdorf, Bern, Eidg. Forschungsanstalt WSL, Bundesamt für Umwelt, Wald und Landschaft BUWAL. 365 S.
Autor(en): Istituto federale di ricerca WSL, Ufficio federale dell'ambiente UFAM
Online-Version: verändert, Stand: 28.01.2009
Redaktion: WSL, CH

L’uragano Lothar del 1999: un bilancio

Interi pendii disboscati, strade e linee ferroviarie bloccate, abitazioni e stalle danneggiate oltre che numerose perdite umane: il 26. dicembre 1999 lungo il suo tragitto attraverso la Svizzera l’uragano Lothar lasciò dietro di sé una scia di gravi devastazioni. Un’analisi dell’evento traccia i primi bilanci.

Windwurffläche in Habsburg AG
Figura 1 - Danno provocato da Lothar a Habsburg AG. Foto: Thomas Reich (WSL)
 
Buchdeckel
La copertina del libro dedicato all’analisi dell’evento Lothar

In Svizzera l’uragano Lothar causò la morte di 14 persone, mentre ulteriori 15 vittime furono causate dai lavori di sgombero in bosco. Complessivamente la tempesta rase al suolo oltre 12.7 milioni di m3 di legname, volume equivalente al triplo delle utilizzazioni medie annue delle foreste elvetiche. La somma dei danni complessivi in bosco ammontò a ben 760 milioni di CHF, in buona parte sopportati da proprietari di bosco privati. Ulteriori danni per 730 milioni di CHF vennero registrati sul conto di edifici e vie di comunicazione.

Complessivamente i danni provocati in sole due ore dall’uragano Lothar durante il suo devastante percorso il mattino del giorno di Santo Stefano del 1999, ammontarono a ca. 1'780 milioni di CHF. Gli effetti di Lothar sulle foreste, sull’economia e sulla società si faranno sentire ancora per diversi anni, in quanto nei boschi indeboliti saranno inevitabili danneggiamenti successivi provocati da infestazioni di insetti scolitidi (bostrico), da franamenti e da ulteriori tempeste, la cui entità è tuttavia attualmente difficile da prevedere e da quantificare.

Questo spaventoso bilancio è stato tratto dall’analisi sistematica degli eventi legati all’uragano Lothar. Questo libro descrive l’evento Lothar sia da un punto di vista delle sue caratteristiche meteorologiche, che dall’inventario dei danni, tenendo conto pure dei provvedimenti attuati da chi è stato toccato direttamente, dalle autorità e dalle forze d’intervento grazie alle quali la situazione normale è stata ripristinata e l’entità dei danni circoscritta.

In generale si è costatato che le cerchie sociali ed economiche svizzere, anche se confrontate con danni di entità straordinaria, hanno affrontato l’evento in modo alquanto appropriato ed estremamente rapido. I fattori principali di successo sono stati la flessibilità, l’elevato livello delle conoscenze ed una buona istruzione della maggioranza degli operatori partecipanti, preparati nel far fronte ad interventi in condizioni simili. Miglioramenti sono per contro necessari ad esempio nel settore dell’informazione alle popolazioni toccate, in quello della comunicazione tra le forze d’intervento e i servizi di emergenza attivati e nel campo della diffusione degli avvisi d’allarme dei servizi meteorologi. Anche i mezzi di comunicazione dovrebbero essere adattati agli standard tecnici attualmente esistenti. Eventi catastrofici simili non possono essere evitati: grazie a specifici provvedimenti idonei i loro effetti possono tuttavia essere limitati al minimo.

Questa pubblicazione è un’opera comune realizzata con contributi da parte della ricerca, dei servizi amministrativi e delle cerchie coinvolte. Essa auspica rappresentare una base per l’elaborazione dell’evento nel suo insieme e per mettere in atto i diversi interventi di ripristino che si protrarranno nel tempo ancora a lungo. Il rapporto costituisce altresì un punto di partenza per migliorare i provvedimenti e per mostrare strategie innovative, opportunità che l’uragano Lothar ha portato con sé assieme alle gravi devastazioni. Questo documento si indirizza pertanto a tutte le autorità istituzionali e politiche, agli specialisti in materia ed anche a tutte le cerchie e persone potenzialmente toccate o coinvolte in situazioni di emergenza simili.

Download

Ordinazione

Mehr auf waldwissen.net