Economia forestale

Economia forestale

Un’economia forestale sostenibile, pianificata e naturale si occupa essenzialmente di fornire legno in tronchi. Selvicoltura, auxometria e pianificazione forestale sono le discipline di base tradizionali, che sono integrate da informazioni sul mercato, sui  modi di conservazione del legname e sulle bioenergie. Le calamità e gli influssi dannosi come le tempeste, le infestazioni da scolitidi e i danni da selvaggina ungulata rappresentano spesso delle sfide continue per il personale forestale. Una buona gestione volta a prevenire e mitigare i rischi e i danni è la chiave del successo una buona strategia aziendale.

Articoli più recenti
Paese:
  1 2 3 4 ... 8 (74 articoli) next 10 results last items
Legname ben coperto, cippato mezzo essiccato

Nell’Azienda forestale di Dorneckberg (Canton Soletta) viene adottata la tecnica di ricoprire le cataste di legname destinato alla cippatura per mezzo di un telo cartaceo impermeabile alla pioggia, alfine di ottenere una migliore essiccazione del legno.

100.0100.0100.0100.0100.0 (1)
Situazione fitosanitaria dei boschi svizzeri 2016

Assieme ai servizi forestale cantonali, esperti dell'Istituto di ricerca WSL elaborano ogni anno la panoramica "Situazione fitosanitaria dei boschi" – una sintesi delle minaccie attuali nel bosco in Svizzera.

00000
Impatto degli ungulati selvatici sulla rigenerazione del bosco svizzero

La discussione sui danni che la selvaggina ungulata provoca sulla rinnovazione forestale scalda gli animi di generazioni di cacciatori e di forestali. Qual è l’influsso attuale del capriolo, del camoscio e del cervo sulle foreste svizzere?

100.0100.0100.0100.0100.0 (1)
Il tarlo asiatico delle latifoglie in Europa

Questo insetto particolarmente pericoloso, è stato reperito per la prima volta in Europa in campo aperto nel 2001, identificandolo come parassita soggetto a quarantena. Da allora vengono continuamente scoperti nuovi siti di infestazione.

89.089.089.089.089.0 (6)
Fino a dove volano i granuli di polline?

I granuli di polline volano lontano, assicurando una elevata diversità genetica nelle foreste. I popolamenti piccoli sono pertanto raramente isolati da un punto di vista genetico e quindi, i popolamenti da seme, risultano essere meno puri di quanto si supponesse.

100.0100.0100.0100.0100.0 (1)
Scolitide dell’abete rosso e cambiamenti climatici

Il bostrico tipografo è uno dei principali insetti nocivi dei boschi svizzeri. Con l’aiuto di vari modelli, gli scienziati hanno quantificato gli effetti dei cambiamenti climatici sul bostrico tipografo, sull’abete rosso e sulla relativa probabilità d’infestazione.

77.6777.6777.6777.6777.67 (3)
Cancro corticale del castagno – sintomatologia, biologia e misure di lotta

All’inizio del secolo scorso il cancro della corteccia del castagno venne importato accidentalmente dall’Asia negli USA. Durante un solo trentennio questa patologia di origine fungina distrusse quasi completamente i castagneti americani. In Europa, fortunatamente, questa malattia si diffonde in modo meno drammatico.

100.0100.0100.0100.0100.0 (1)
Il cinipide favorisce il cancro della corteccia

Il numero di organismi nocivi che minacciano le foreste svizzere è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Le interazioni tra questi organismi possono influenzare e destabilizzare gravemente gli ecosistemi quando iniziano a colonizzarli, come illustrato nel caso del cinipide del castagno.

89.089.089.089.089.0 (3)
Circolare nel bosco: è possibile?

Dove è consentito l’utilizzo dalle mountain bike all’interno dei boschi della Svizzera e dove il transito con le biciclette elettriche? Le regole definite dalle disposizioni legali sulla circolazione stradale riguardanti il traffico valgono anche nelle foreste? I forestali sono autorizzati a intimare una contravvenzione?

62.6762.6762.6762.6762.67 (8)
Quali fattori determinano il successo della rinnovazione sul legname marcescente nella foresta primaria di abete rosso di Scatlè?

Nella foresta primaria di Scatlè, nel Cantone dei Grigioni, il ringiovanimento sul legname marcescente è stato esaminato su un arco di tempo di 10 anni nell’ambito di due studi che hanno esaminato l’influsso di vari fattori stazionali sullo sviluppo della rinnovazione.

59.059.059.059.059.0 (13)
  1 2 3 4 ... 8 (74 articoli) next 10 results last items
Foto della rubrica: Ulrich Wasem