Latifoglie

Latifoglie

Sulla base di ritratti delle varie specie arboree e delle loro descrizioni e dei rispettivi areali di distribuzione si presentano vari punti di vista a riguardo delle specie latifoglie: locali, introdotte o esotiche.

Articoli più recenti
Paese:
  (6 articoli)
Ecologia e storia evolutiva del faggio

Il faggio è la specie latifoglia più comune della Svizzera e caratterizza gran parte delle foreste dell'Europa centrale. Le sue caratteristiche di crescita straordinarie rendono questa specie estremamente competitiva.

44.3344.3344.3344.3344.33 (6)
I boschi di roverella, l'ultima frontiera prima della formazione della steppa

La roverella è un albero forestale che si adatta alle situazioni più estreme, come quelle presenti nelle stazioni siccitose, caratterizzate da suoli poco profondi o pendii molto ripidi. Il suo valore ecologico è pertanto piuttosto elevato.

70.3370.3370.3370.3370.33 (9)
Rovere e farnia: due querce, un unico ritratto

Il rovere è stato scelto quale albero dell'anno per il 2014. Un motivo sufficiente per presentare le due più importanti specie di quercia indigene.

75.3375.3375.3375.3375.33 (19)
Il melo selvatico (Malus
sylvestris)

In Svizzera il melo selvatico è una pianta forestale che è diventata molto rara. E' giunto il momento di fare qualcosa per fare rifiorire questa rarità anche alle nostre latitudini.

71.071.071.071.071.0 (24)
Il pioppo nero (Populus nigra)

Il pioppo nero è una delle specie arboree più rare e minacciate di estinzione. La causa principale di questa minaccia è la distruzione delle aree golenali, il suo habitat naturale.

68.6768.6768.6768.6768.67 (49)
Il castagno d’India (Aesculus hippocastanum)

Il castagno d’India è una pianta tipicamente forestale, ma una specie arborea ornamentale diffusa nei parchi, giardini o viali.

66.066.066.066.066.0 (63)
  (6 articoli)
Foto della rubrica: Thomas Reich