Tecnica e pianificazione

Tecnica e pianificazione

Il lavoro nel bosco deve tener conto di diversi aspetti tecnici. Una parte importante è rappresentata dalla tecnologia forestale adottata nei lavori di raccolta del legname. Al tempo stesso si assiste a enormi progressi nei campi della pianificazione e l’assestamento forestale. Il telerilevamento e nuovi metodi di inventario permettono nuove possibilità di elaborazione. Coi pericoli naturali si deve infine convivere sia nelle aziende forestali, che  con le attività socio-economiche, mentre a volte è la foresta stessa che diviene l'oggetto da proteggere.

Articoli più recenti
Paese:
  first items previous 10 results 1 2 3 4 (31 articoli) next 1 results last items
Attenzione ai bruchi con peli urticanti

I bruchi di alcune specie di farfalle possiedono peli urticanti che sono in grado di provocare un prurito intenso e l’irritazione della pelle. Possono inoltre causare danni alle vie respiratorie e agli occhi. Durante i lavori di manutenzione su alberi, in bosco o lungo le scarpate è quindi necessario essere attenti.

56.3356.3356.3356.3356.33 (104)
Organizzazione delle emergenze – un soccorso rapido può salvare una vita

Se non si presta immediatamente soccorso dopo un infortunio, le conseguenze per la vittima possono aggravarsi di molto. La pianificazione delle emergenze si può ancora migliorare ulteriormente.

46.046.046.046.046.0 (40)
25 anni Sanasilva: dalla moria dei boschi alla ricerca sugli ecosistemi forestali

L'inventario Sanasilva è stato sviluppato durante il periodo delle discussioni sul deperimento delle foreste e rileva, a partire dalla metà degli anni ottanta, il grado di diradamento delle chiome degli alberi presenti nei boschi svizzeri. Da qualche tempo esso è completato da un programma LWF di ricerca, che studia con approccio globale e a lungo termine gli ecosistemi forestali.

55.6755.6755.6755.6755.67 (12)
Indicatori per la biodiversità negli inventari forestali

Gli inventari forestali in generale sono progettati e ottimizzati allo scopo di fornire informazioni attendibili sulle risorse forestali. Accanto a ciò, sempre più spesso ci si chiede se dei campionamenti simili non potrebbero contribuire a fornire pure indicazioni riguardanti la biodiversità.

54.6754.6754.6754.6754.67 (33)
Il Forwarder da pendio: un campione nell’arrampicata

Su terreni misti nei quali la pendenza raggiunge anche il 60%, i comuni Forwarder sono facilmente messi a dura prova e, in caso di slittamento delle ruote, provocano gravi danni al suolo. L’impiego delle gru a cavo spesso non è ancora conveniente. I Forwarder da pendio potrebbero ora colmare questa lacuna.

60.6760.6760.6760.6760.67 (28)
Resistenza e funzionalità di briglie di legno quali opere di protezione torrentizia

Il legno è un materiale apprezzato negli interventi di premunizione lungo gli alvei dei torrenti. A seguito dei processi di degrado biologico la sua resistenza tuttavia diminuisce col trascorrere del tempo. 60 anni dopo la loro messa in opera in quale stato si trovano le briglie di legno di una premunizione torrentizia?

66.6766.6766.6766.6766.67 (38)
Il bosco riguadagna terreno

Il bosco svizzero cresce annualmente di una superficie pari al lago di Thun: avanza dove l’agricoltura recede. Come ogni cambiamento naturale del paesaggio la cosa ha, dal punto di vista ecologico, vantaggi e svantaggi.

60.3360.3360.3360.3360.33 (54)
Uso delle piante per contrastare erosione e smottamenti superficiali

Il consolidamento di pendii minacciati da erosione e da smottamenti riveste una notevole importanza per la protezione contro i pericoli naturali. In questo ambito la rinaturazione e la ricostituzione di una copertura vegetale idonea alla stazione giocano un ruolo fondamentale.

54.3354.3354.3354.3354.33 (40)
La superficie forestale in Svizzera aumenta

Su scala mondiale la superficie forestale diminuisce. In Svizzera avviene esattamente il contrario: negli ultimi 150 anni l’area forestale è aumentata dal 30 al 50 percento.

47.6747.6747.6747.6747.67 (28)
Inventario dei castagni monumentali del Ticino e Moesano

Più di 7 m di circonferenza, 350-700 anni di età: questi sono i dati più significativi dei 300 castagni monumentali del Ticino e del Moesano. Un collaboratore del WSL li ha inventariati.

58.6758.6758.6758.6758.67 (42)
  first items previous 10 results 1 2 3 4 (31 articoli) next 1 results last items
Foto della rubrica: FVA/Armin Püschel