Apprendere e divulgare

Apprendere e divulgare

All’interno e attorno al bosco c'è molto da scoprire e imparare. Non solo da parte dei bambini, ma anche degli adulti o addirittura alle “vecchie volpi” esperte in silvicoltura. I bambini e giovani possono apprendere conoscenze sui boschi grazie alle attività di didattica forestale, mentre gli adulti sono informati principalmente dai forestali attraverso relazioni ed eventi a carattere pubblico. Gli operatori del settore forestale acquisiscono nuovo sapere con la formazione e l’aggiornamento professionale. Infine nelle rubriche dedicate alla storia forestale e all'arte oppure all’economia forestale mondiale tutti possono imparare qualcosa di nuovo.

Articoli più recenti
Paese:
  1 2 (11 articoli) next 1 results last items
Come avere successo nelle "attività di PR dedicate al bosco"?

Accanto alla pianificazione forestale, alla commercializzazione del legname e alla gestione aziendale, la comunicazione è divenuto uno dei fattori chiave di successo per le aziende forestali. Ma come fare per avere successo svolgendo attività di PR?

48.3348.3348.3348.3348.33 (11)
Divulgare il sapere sul bosco

Chi divulga il sapere e le informazioni in campo forestale può ricorrere ai consigli e alle idee sviluppate da specialisti forestali e della comunicazione. Questo è quanto è emerso dal primo forum nazionale dedicato allo scambio di conoscenze.

58.3358.3358.3358.3358.33 (16)
La formazione sul tema della protezione dei suoli in Svizzera

Il concetto svizzero dedicato alla formazione nel campo della protezione dei suoli persegue lo scopo di implementare provvedimenti efficaci a lungo termine, mirati a migliorare la conservazione dei suoli forestali.

56.6756.6756.6756.6756.67 (20)
Utilizzazioni delle foreste a carattere agricolo nel periodo 1800-1950: coltivazioni in bosco, frutti di bosco e resina

Le coltivazioni in bosco, forme di utilizzazione agro-forestali, avevano in passato una grandissima importanza e diffusione. Inoltre, anche la raccolta di piccoli frutti forestali forniva un apprezzabile contributo a livello alimentare, mentre anche la resina veniva raccolta e utilizzata in disparati modi.

52.6752.6752.6752.6752.67 (26)
Commenti (1)
Utilizzazioni delle foreste a carattere agricolo nel periodo 1800-1950: strame di aghi e fogliame

La raccolta dello strame era una delle pratiche agricole eseguite all'interno dei comprensori boschivi più diffuse ed importanti dal profilo storico. Sia per allestire la lettiera per il bestiame, che per riempire materassi o giacigli, la raccolta dello strame di foglie o aghi è stata a lungo una delle forme di sfruttamento fondamentali per le popolazioni rurali.

58.6758.6758.6758.6758.67 (21)
Utilizzazioni delle foreste a carattere agricolo nel periodo 1800-1950: pascolo in bosco, fieno di bosco e foraggio di aghi e fogliame

Nel passato il pascolo nei boschi aveva un'importanza fondamentale per molti contadini. Inoltre, anche la raccolta di strame, ramaglia e di erbe selvatiche erano essenziali per foraggiare il bestiame.

42.6742.6742.6742.6742.67 (25)
Con passione e senza motore: la teleferica a fune continua Valtellina

Ancora fin verso la fine degli anni '70 del secolo scorso spesso nei boschi della Bassa Engadina il legname veniva trasportato a valle per mezzo di teleferiche a fune continua tipo Valtellina. Di recente è stato rimesso in funzione un impianto di questa teleferica forestale, che è in grado di funzionare grazie alla forza di gravità.

66.6766.6766.6766.6766.67 (46)
Commenti (3)
Educazione ambientale: Correre, stupirsi, fare

Nel parco naturale selvaggio Zurigo-Sihlwald o Pfyn-Finges si vivon esperienze con la natura e s'imparano cose nuove in ambienti unici.

62.062.062.062.062.0 (14)
Azione In-fiamma – un sito web e un CD su progetti sostenibili nelle foreste svizzere

L’azione "In-fiamma – Zündholz" intende fare conoscere diversi progetti forestali provenienti da tutta la Svizzera ed esemplari dal profilo dello sviluppo sostenibile. Tramite approccio multi-mediatico essi sono presentati in un sito web e un CD Rom.

40.040.040.040.040.0 (25)
La storia della motosega

Le prime motoseghe sono state costruite attorno all’anno 1920. Lo sviluppo di seghe funzionanti per mezzo di motore ha comportato un aumento della produttività nella raccolta di legname paragonabile a quello ottenuto con il passaggio dalla scure alla sega azionata a mano.

77.3377.3377.3377.3377.33 (79)
  1 2 (11 articoli) next 1 results last items
Foto della rubrica: FVA/Christina Hock