Tutti gli articoli italiani su waldwissen.net

Tutti gli articoli italiani su waldwissen.net

 
Paese:
  1 2 3 4 ... 22 (217 articoli) next 10 results last items
L’argide dell’olmo: unavespa invasiva osservata per la prima volta in Svizzera

Aproceros leucopoda è una vespa fitofaga originaria dell'Asia orientale che danneggia le foglie dell’olmo montano. Individuata per la prima volta in Svizzera nel giugno 2017 nel Canton Zurigo, già dal 2003 essa si sta diffondendo in tutta l’Europa.

Legname ben coperto, cippato mezzo essiccato

Nell’Azienda forestale di Dorneckberg (Canton Soletta) viene adottata la tecnica di ricoprire le cataste di legname destinato alla cippatura per mezzo di un telo cartaceo impermeabile alla pioggia, alfine di ottenere una migliore essiccazione del legno.

Camosci, stambecchi e cervi migrano a quote sempre più alte

A causa dei cambiamenti climatici, il camoscio, il stambecco e il cervo nobile spostano i luoghi in cui soggiornano abitualmente ad altitudini più elevate. Per quanto riguarda il capriolo la migrazione alle quote più alte è stata invece meno pronunciata.

Situazione fitosanitaria dei boschi svizzeri 2016

Assieme ai servizi forestale cantonali, esperti dell'Istituto di ricerca WSL elaborano ogni anno la panoramica "Situazione fitosanitaria dei boschi" – una sintesi delle minaccie attuali nel bosco in Svizzera.

Pascoli di acero: un Eldorado per muschi e licheni

I pascoli con aceri di montagna sono veri e propri hotspot di biodiversità. In questi antichi paesaggi culturali gestiti in maniera tradizionale crescono infatti più di 500 specie di muschi e licheni. Oltre cinquanta di queste sono inserite nelle liste rosse IUCN.

Ecologia e storia evolutiva del faggio

Il faggio è la specie latifoglia più comune della Svizzera e caratterizza gran parte delle foreste dell'Europa centrale. Le sue caratteristiche di crescita straordinarie rendono questa specie estremamente competitiva.

Una vegetazione diversificata protegge dalle frane

In Svizzera frane e smottamenti provocano spesso ingenti danni. Viene realizzato uno studio nel quale spiega come è possibile migliorare a lungo termine la stabilità del suolo con un investimento ragionevole. Una gestione adeguata dei boschi e una copertura vegetale diversificata possono fornire un contributo importante in questo senso.

Più biodiversità a basso costo lungo i margini delle strade forestali

I margini delle strade forestali rappresentano un prezioso habitat. Una manutenzione moderata svolta al momento giusto consente di risparmiare tempo, è apprezzata da chi passeggia nei boschi e favorisce la biodiversità.

Come svernano gli abitanti del bosco

Ogni anno, quando arriva l’inverno, la flora e la fauna usano gli accorgimenti più incredibili per adattarsi e resistere al freddo. Alcuni abitanti dei nostri boschi esercitano effetti non trascurabili sul loro ambiente, dimostrando una sorprendente varietà.

Gli insetti beneficiano delle tempeste nei boschi

Nelle superfici boschive colpite dalle tempeste c’è circa il doppio delle specie di insetti presenti nei boschi inviolati. Qui numerose specie minacciate che popolano i boschi beneficiano delle condizioni climatiche più luminose e più calde.

  1 2 3 4 ... 22 (217 articoli) next 10 results last items